Azione B.1.1: Analisi di Governance

Il Panelist di Stakeholders, definito per il progetto LIFE SEPOSSO, è composto dalle principali categorie di portatori d’interesse coinvolti, in base al proprio ruolo, nella gestione dei trapianti di Posidonia oceanica.

Saranno pianificati incontri periodici nell’ambito dei quali verranno affrontati gli aspetti necessari a fornire chiarezza in merito ai principi, alle regole e alle procedure che riguardano la gestione dei trapianti di P. oceanica, comprendere le interazioni tra i diversi elementi del processo di VIA e i diversi attori coinvolti e identificare gli eventuali conflitti che ostacolano il raggiungimento di una Governance ottimale.

Panelist_di_Stakeholders Life SEPOSSO

 

Obiettivo principale di questo studio è stato la valutazione della governance relativa ad opere e infrastrutture costiere che hanno generato un impatto sulle praterie di Posidonia oceanica e alle relative attività di trapianto di Posidonia, prescritte come misure di compensazione del danno.

In particolare, è stata analizzata la qualità dei processi di governance attraverso l’analisi dei ruoli, delle percezioni e della partecipazione degli stakeholder in quattro casi di studio italiani, legati rispettivamente alla realizzazione di diverse opere marittime: l’ampliamento dei porti di Piombino (LI) e Civitavecchia (RM), la posa di un gasdotto ad Ischia (NA) e il recupero ambientale di un’area Sito di Interesse Nazionale (SIN) ad Augusta-Priolo (SR).

Sono state, inoltre, investigate quali sono le principali visioni che alimentano il dibattito sul tema dei trapianti e quali i principali punti di incontro e/o conflitto tra queste visioni. È stata valutata la trasparenza dei processi analizzati, il grado di partecipazione pubblica e la possibilità di accesso dei cittadini alle iniziative che hanno riguardato le opere e i relativi trapianti di P. oceanica nei quattro casi di studio alla luce dei principi della Convenzione di Aarhus.

Rappresentazione grafica delle relazioni di conflitto o di supporto tra le diverse visioni identificate con l’analisi di Governance mediante la Q methodology.

 

Il report “Analisi degli stakeholder e dei conflitti” riporta l’analisi condotta attraverso interviste semi-strutturate e lo strumento della Q methodology, ed effettuata sui processi di Governance che hanno contraddistinto la realizzazione dei trapianti di Posidonia oceanica nei casi studio principali.


DELIVERABLE Azione B.1.1 – Report sull’analisi degli stakeholder e dei conflitti – 05.05.2020

Report_B.1.1_ALLEGATO_1 – Questionario Stakeholder: Interviste semi-strutturate

Report_B.1.1_ALLEGATO_2 – Questionario: informazione e partecipazione del pubblico nei progetti di trapianto di Posidonia oceanica

Report_B.1.1_ALLEGATO_3 – Stakeholder panelist

 

Il documento “Linee guida per la preparazione di quadri prescrittivi nelle misure di VIA: aggiornamento della struttura della condizione ambientale” è in via di pubblicazione.

Il presente documento costituisce un approfondimento delle “Linee guida per la predisposizione dei quadri prescrittivi dei provvedimenti rilasciati per le procedure di valutazione ambientale di competenza statale”, pubblicate nel 2013 dal MATTM (Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Mare), ora MITE (Ministero dell’Ambiente e della Transizione Ecologica). Il documento si propone di fornire indicazioni utili per la formulazione dei quadri prescrittivi in materia di VIA, relativi a piani, progetti e opere la cui realizzazione, potenzialmente, determina impatti sulle praterie di Posidonia oceanica, habitat marino prioritario 1120* sensu Habitat Direttiva 92/43 CEE.
Il documento riporta i contenuti minimi di una tipica condizione ambientale (o prescrizione), emersi dall’analisi approfondita del progetto SEPOSSO, nell’ambito del fattore ambientale “biodiversità”, nel caso di azioni che coinvolgono P. oceanica.

 

Azione B.1.2 – Linee guida per la preparazione di quadri prescrittivi nelle misure di VIA: aggiornamento della struttura della condizione ambientale – IN PRESS

 

 

I Servizi Ecosistemici sono il contributo della struttura e delle funzioni dell’ecosistema al benessere umano. Ciò significa che l’umanità è altamente dipendente dal corretto funzionamento degli ecosistemi e dal Capitale Naturale, che sono la base per un flusso costante di servizi ecosistemici dalla natura alla società. Le praterie di Posidonia oceanica forniscono molti importanti servizi ecosistemici, come la creazione e il mantenimento degli habitat, la regolazione della qualità dell’acqua, la fornitura di cibo e nutrimento, la regolazione del clima. Quando le praterie di Posidonia oceanica sono colpite dalle attività umane, i loro servizi ecosistemici possono essere degradati, con riduzione dei loro contributi al benessere umano, anche in termini economici.

Life SEPOSSO ha preparato una “Guida tecnica sulla valutazione economica degli impatti ambientali sulle praterie di Posidonia oceanica“, basata sul paradigma dei servizi ecosistemici. L’obiettivo principale è quello di sostenere l’elaborazione di documenti tecnici nel contesto della Valutazione di Impatto Ambientale e della Valutazione Appropriata sensu Direttiva Habitat, con lo scopo di contribuire alla governance di questi processi.

 

Guida tecnica sulla valutazione economica degli impatti ambientali sulle praterie di Posidonia oceanica